Greening USiena invita gli studenti

Approfittiamo dello iato natalizio nell’attività universitaria per riprendere un concetto che ci sta molto a cuore, espresso nella nostra quinta newsletter e riguardante la partecipazione degli studenti alle prime, fondamentali iniziative di Greening USiena.

Come infatti avrete notato, in qualità di coordinatore ho deciso di aprire e pubblicare questo sito web, nonostante mi World Student Environmental Summitfossi ripromesso di attendere fino al primo incontro del network (che, è confermato, sarà organizzato nella seconda metà di Gennaio). Ho fatto questa scelta perché credo che non potessimo perdere l’inerzia del progetto, e dovessimo perciò continuare a proporci in maniera attiva e costante verso l’esterno, attraendo in questo modo un sempre maggior bacino di supporto e di partecipazione ed evitando di essere costretti a contare su una ‘promozione’ fatta direttamente dall’Università. La scelta è caduta sulla piattaforma WordPress, e mi sembra che il risultato sia al momento molto soddisfacente; in ogni caso, presto registreremo un dominio esclusivo (probabilmente saràgreeningusiena.org) ed arricchiremo ulteriormente la pagina di contenuti e di programmi. In quest’ottica, ed arrivo quindi al punto, vi invito davvero a non attendere il meeting di Gennaio ed a farmi sapere fin da subito il vostro parere, inviandomi magari anche post, opinioni, articoli da voi scritti che provvederò subito a pubblicare. Solo così potremo arginare gli spiacevoli inconvenienti derivanti dalla momentanea mancanza di una vera e propria struttura organizzativa, ed iniziare già da adesso ad operare con la collaborazione di tutti.

Sempre sullo stesso argomento e con la stessa finalità, spero che vogliate darci una mano per il lancio ufficiale di Gennaio: io e il co-coordinatore Rino Bisconti abbiamo molte idee per una perfetta riuscita dell’evento, ma i contributi, come sapete, non sono maiWSES Workshop troppi. Di conseguenza, qualora alcuni di voi ci fornissero la propria disponibilità via mail, fisseremo un incontro preliminare in cui discuteremo con i presenti riguardo agli aspetti organizzativi ed opereremo una suddivisione dei relativi compiti. In definitiva, ci aspettiamo una vostra convinta partecipazione al percorso che abbiamo creato: credo, da coordinatore, che Greening USiena possa essere un bene comune ed un valore aggiunto per il nostro ateneo e per i suoi studenti, per cui sarà compito e fonte di soddisfazione per tutti (ovviamente in compatibilità con i propri impegni) esserne parte attiva.

Insomma, molto è stato fatto e molto c’è ancora da fare, ma noi non ci fermiamo neppure per un attimo e speriamo che anche voi contribuirete. Chiudo invitandovi, come sempre, a parlare di Greening USiena con i vostri amici: abbiamo bisogno del più ampio supporto possibile!

Dario Piselli, Coordinatore

P.S. Colgo l’occasione per parlarvi delle ultime novità relative al progetto UNSDSN, nel cui ambito, come ho scritto più volte, ci stiamo ritagliando un importante spazio: dal momento che verrà riservato al nostro network il compito di organizzare la parte ‘studentesca’ della conferenza internazionale che si terrà a Siena nel Giugno 2013, abbiamo trovato l’accordo con Claudio Balestri della Fondazione MPS per costruire un tool elettronico (sul modello di questo, riservato ai docenti universitari:http://web.economia.unisi.it/limesurvey/index.php?sid=36925&newtest=Y) che consenta agli studenti (di qualsiasi Università, italiana ed europea) che vorranno partecipare di inviare le loro proposte e soluzioni relative a 12 macro-argomenti riguardanti lo sviluppo sostenibile. Noi di Greening USiena voteremo poi le idee migliori e attorno a queste organizzeremo l’evento di cui sopra. Per avere ulteriori informazioni, l’indirizzo è sempre lo stesso, greeningusiena@unisi.it!

Editoriale: un’opportunità per USiena

Presso l’Università degli Studi di Siena sta nascendo Greening USiena, un network fatto da studenti e pensato per studenti che vuole riunire tutti coloro che sono interessati ai temi dell’ecologia, della sostenibilità, della tutela della biodiversità.

In questi mesi il nostro ateneo ha abbracciato la sfida della sostenibilità ambientale, sociale ed economica, rendendola un vero e proprio pilastro della propria azione, nonché un obiettivo ed un parametro imprescindibile per il futuro delle attività di ricerca e Logo USiena Sostenibilitàdi insegnamento. Così facendo, a nostro parere, è riuscita ad acquisire un ruolo internazionale di grande fascino e ad adottare nel contempo una prospettiva di innovazione che ci rende orgogliosi ma che deve anche responsabilizzarci. La recente notizia dell’ingresso del rettore Riccaboni nel board del network UNSDSN, lanciato dalle Nazioni Unite con l’obiettivo di individuare soluzioni concrete alle questioni globali più pressanti di questo secolo attraverso il contributo di università, centri di ricerca e aziende, insieme all’individuazione dell’Università di Siena come centro di coordinamento del progetto per l’intera area del Mediterraneo, rappresentano infatti un invito che pensiamo di dover raccogliere. Non ci sembrava ragionevole, in altre parole, che ad una ispirazione così forte, così importante per tutta la comunità universitaria e per il suo futuro, non dovesse corrispondere la diffusione di un clima culturale altrettanto consapevole e propositivo tra gli studenti. Troppo spesso, nella nostra opinione, si è portati a vivere l’esperienza degli studi sentendosi sradicati da ogni forma di utile attività o impegno, o viceversa a votarsi alla polemica politica ed alle bandiere partitiche. Quello che manca, nei nostri atenei, è un associazionismo che abbia a cuore le problematiche concrete della nostra società, un associazionismo che sia preparato, deciso e attivo nella promozione di iniziative e progetti che abbiano un reale impatto a livello locale, nazionale e possibilmente anche internazionale, in un’ottica a-politica ma con un’idea molto chiara di Politica.

Abbiamo così deciso di creare Greening USiena, un network studentesco che non si preoccupi solamente di diffondere consapevolezza e conoscenza ambientale tra gli iscritti o di sostenere interventi per la riduzione dell’impronta ecologica delle strutture dell’ateneo, maUniversità di Siena che si ponga altresì l’obiettivo di interagirecon i docenti, con il personale tecnico amministrativo e con le altre realtà italiane, europee e mondiali per la gestione e l’organizzazione di attività ed eventi comuni in materia di sostenibilità. In definitiva, potremo portare avanti progetti autonomi e nello stesso tempo creare uno spazio di partecipazione studentesca all’interno degli impegni istituzionali della nostra Università (in primis il già citato, interessantissimo percorso delineato dal UNSDSN).

Avete intenzione di proseguire gli studi nel campo delle tematiche ambientali e volete iniziare a confrontarvi con questo impegno stimolante, legato a questioni di fondamentale importanza per il futuro del pianeta? Siete curiosi di conoscerci meglio o comunque volete saperne di più? Per avere ulteriori informazioni su tutto questo (e su molto altro, compresa la nostra partecipazione al World Student Environmental Network), inviateci una mail al nostro indirizzo oppure seguiteci su Facebook, Twitter e su questo sito. Greening USiena sta nascendo, e vorremmo che più studenti possibile raccogliessero la sfida di farne parte.

Dario Piselli, Coordinatore

Nasce Greening USiena!

In queste settimane presso l’Università degli Studi di Siena sta prendendo vita un progetto che rappresenta un’assoluta novità nel panorama degli atenei italiani: si tratta di Greening USiena, un network studentesco che si occuperà di ecologia, tutela dellaLogo Greening USienabiodiversità e sostenibilità, ma soprattutto il NOSTRO network! Per Gennaio è fissata la data del lancio ufficiale, ma già da adesso stiamo lavorando a pieno ritmo per creare la struttura di base di questo interessantissimo progetto, con il quale ci proponiamo di convogliare le conoscenze e le passioni degli studenti USiena verso la promozione di iniziative e l’elaborazione di proposte che abbiano una rilevanza non solo locale, ma anche nazionale ed internazionale, stante il recente impegno della nostra Università a porre le tematiche ambientali al centro della propria futura azione (impegno concretizzatosi soprattutto con la nascita di Ne.S.So., l’ingresso nel United Nations Sustainable Development Solutions Network e la nomina a centro di riferimento dello stesso per tutta l’area del mediterraneo).

Il sito del network è ancora in costruzione, e probabilmente sarà attivo al cento per cento solamente da Gennaio, però intanto vogliamo fornirvi il nostro pdf di presentazione (che trovate anche alla pagina ‘risorse‘) e sottolineare alcuni aspetti del nostro progetto, rimandando a ciò che abbiamo ivi scritto. Nel frattempo, potere diventare fan di Greening USiena su Facebook o seguirci su Twitter, ma anche inviarci una mail a greeningusiena@unisi.it per entrare nella nostra mailing list (non occorre che siate iscritti all’Università di Siena!).

Concludiamo ricordandovi di invitare i vostri amici a prendere conoscenza di questo percorso totalmente nuovo nel contesto italiano: se siete studenti USiena, potrete aderirvi, altrimenti vi incoraggiamo a creare qualcosa di simile nei vostri atenei!

La mission: Greening USiena punta a ridurre l’impatto ambientale delle strutture universitarie; a creare un sano clima culturale di associazionismo studentesco consapevole all’interno della comunità senese; a partecipare alle iniziative del World Student Environmental Network; a promuovere ed organizzare seminari per gli studenti, gruppi di lavoro e attività di orientamento (anche per i futuri iscritti); a collaborare con l’istituzione universitaria per la creazione e la gestione dii eventi e progetti, sia nazionali che internazionali, attraverso i quali coinvolgere attivamente gli studenti in attività concrete che abbiano un senso per il loro futuro e per il futuro del pianeta.

I pilastri: Saremo un network di studenti e per studenti che si propone di affrontare con consapevolezza e convinzione le tematiche della biodiversità, della conservazione e della sostenibilità ambientale, ma che tuttavia non vuole accontentarsi di essere un semplice think-tank autoreferenziale, simile a tanti, troppi movimenti politici universitari.

Un network a-politico, dunque, ma con una chiara idea di Politica, che per stessa etimologia del termine vuole puntare a fare rete, adPdf di Presentazioneintegrarsi nella vita del campus-Siena e con le attività dell’Università che lo ospita, attraverso un interscambio che coinvolga i docenti di Ne.S.So. e consenta una attiva e costante partecipazione alle iniziative ‘istituzionali’, sia nazionali che internazionali, della stessa Università, in primis il nuovo progetto Sustainable Development Solutions Network lanciato dalle Nazioni Unite.

Un network, in definitiva, che non vuole solamente proporre una diffusione dell’informazione e della conoscenza in materia di questioni ambientali tra gli studenti, ma funzionare invece come una finestra attraverso cui affacciarsi per promuovere una riduzione dell’impronta ecologica all’interno delle strutture universitarie e per confrontarsi in maniera non passiva con le problematiche concrete legate alla globalizzazione ed allo sviluppo, nella prospettiva di formare una classe di laureati che veda la sostenibilità e la conservazione non solo come passioni, ma anche come opportunità di impiego e di impegno civile.

Il link al pdf di presentazionehttp://bit.ly/U6IBEf
Il sito di Greening USiena: http://greeningusiena.org

Dario Piselli, Coordinatore Greening USiena